Scrivo narrativa, in particolare narrativa di genere fantascientifico o ancora meglio, futuribile. Ho vinto due volte il premio Urania Mondadori, la prima volta con “e-Doll” e la seconda con “Bloodbusters” (ex aequo con Sandro Battisti). Inoltre ho vinto il premio Odissea e il premio Italia per il miglior romanzo di fantascienza italiana con “Livido”, pubblicato anche in inglese dall’editore australiano Xoum con il titolo di Nexhuman.
Come co-fondatore – insieme a Francesco Mantovani – ed editor della collana Future Fiction per la Mincione Edizioni, mi occupo di selezionare le migliori storie provenienti da tutto il mondo, con un’attenzione particolare a quelle scritte in paesi e culture non-anglofone. Infine sviluppo progetti crossmediali che vanno dagli audiolibri, alle performance teatrali e alle installazioni audiovisive tramite la Future Fiction Factory.