Ad Aprile, mese dedicato ad Afrodite, arrivano le splendide donne di Michalis Manolios, con l’inedito racconto “L’altra Mamma“, in italiano e inglese, nel quale le leggi della fisica quantistica incrociano pericolosamente gli istinti più profondi dell’animo femminile. L’uscita sarà arricchita dalla ri-pubblicazione di “Aethra“, già vincitore dell’Aeon Award, un inquietante racconto poliziesco che tocca i temi della clonazione umana e della responsabilità individuale. E se credevate che la Future Fiction non avrebbe soddisfatto il vostro desiderio di esplorare lo spazio, beh, è l’occasione buona per ricordare che il luogo non conta, quando il tempo è futuro.

C’è poi l’occasione per vedere con una delle splendide coperte di David Romero un altro romanzo, uno dei migliori nel panorama della letteratura fantastica degli ultimi anni in Italia: “La pesatura dell’anima” di Clelia Farris, uscito originariamente sotto le insegne Kipple. La Farris non ha bisogno di presentazioni ed il romanzo nemmeno; un grande onore per Future Fiction averlo acquisito nel proprio juke box di storie e sogni futuribili. E speriamo proprio di poter dire che, con Clelia, si tratta dell’inizio di un percorso insieme.

Chiude il mese un’altra uscita in due lingue: “Due Mondi” di Francesco Verso, il racconto che ha abbattuto la parete divisoria tra fantasy e fantascienza; si tratta di una favola delicata ed avvincente ambientata in un mondo post-apocalittico popolato di esseri augmentati. Il genere umano avrà un’occasione per riscattarsi, come spesso avviene nelle storie di Francesco, ce la farà?

Tre uscite che chiariscono ancora di più l’impronta di Future Fiction… e c’è molto altro che bolle in pentola!