e-Doll
è il romanzo vincitore del premio Urania Mondadori 2008 disponibile in edizione cartacea e digitale.

Tema: Sul mercato del sesso circolano dei replicanti che vengono usati per ogni perversione, inclusa la morte, pur di soddisfare i clienti. Sono gli e-doll, esseri a metà tra bambole sintetiche e nuovi idoli dell’eros. Il sesso avviene in gran parte mediante gli e-doll per paura di malattie e distrazioni che distolgano dal lavoro. Gli e-doll vengono impiegati dal Ministero dell’Interno russo in accordo con la Silitron per combattere i reati a sfondo sessuale (violenze carnali, stupri di gruppo, assassini, ricatti sessuali e ritorsioni passionali). Ma l’idea della Silitron è anche di immettere nel corpo degli utenti una sostanza capace di renderli più sani e longevi.

Trama: Maya, irrequieta adolescente moscovita si finge un e-doll e conduce una doppia vita. Da una parte è una studentessa svogliata, dall’altra si vende per sentirsi amata. Angel, e-doll ermafrodito esperto nell’ars amandi, medita su come diventare un essere umano. I due protagonisti s’incontreranno in sessoteca e si scambieranno qualcosa che li avvicinerà alla realizzazione di se stessi.

Motivazione della giuria composta da Sergio “Alan D.” Altieri, Silvia Castoldi, Marco Fiocca, Giuseppe Lippi, Marco Passarello, Cecilia Scerbanenco, Riccardo Valla, Ernesto Vegetti: un ottimo thriller ambientato in un futuro realistico e ben delineato, in cui l’azione densa e ritmata nulla toglie agli scrupoli morali e alla consapevolezza analitica di una vivace riflessione sull’erotismo.

Hanno detto di e-Doll:

Verso ha mescolato tecnologia, erotismo, affetti famigliari e filosofia, senza dimenticare un accenno alle radici della fantascienza, rappresentate da Asimov e Dick, in un romanzo affascinante, degno vincitore del Premio Urania.Giampaolo Rai – Fantascienza.com

Verso riesce a costruire una storia avvincente e, nello stesso tempo, capace di concedersi riflessioni a voce alta sul destino futuro dell’umanità.” Giuseppe Panella – Retroguardia