Sarah Castle / Arianna Pioli / Dario Wela
Il cervo di Horn Creek

Prima che la radioattività provocasse la chiusura del Grand Canyon, la giovane guardia forestale Sue vide uno strano animale a Horn Creek: un cervo bizzarro dalle corna contorte e, forse, persino delle zanne. Oggi, prossima al pensionamento, Sue sta per compiere un ultimo giro di controllo insieme alla nipote Katy nella speranza che un giorno lei possa prendere il suo posto. Ma lo scopo della visita di Katy è molto diverso da quello che sua zia s’immagina e potrebbe mettere a rischio la sopravvivenza stessa del cervo mutante.

Scritto con grande cura e conoscenza dei meccanismi di adattamento delle specie ai cambiamenti ambientali, il racconto di Sarah K. Castle è un monito per il futuro, vissuto attraverso due protagoniste che incarnano il passato e il presente della nostra umanità. Il racconto originale è stato sceneggiato da Arianna Pioli e illustrato da Dario Wela.

Sarah Castle vive a Durango, in Colorado. Geologa e scienziata ambientale si è occupata di foreste e discariche per l’Institute for Tribal Environmental Professionals, e più di recente di industria petrolifera e gas. Ha frequentato i workshop Clarion Science Fiction e Fantasy Writers nel 2006. Dal 2007, scrive fantascienza e lavora come specialista di controllo della qualità dell’aria.

Arianna Pioli nasce nel 1993 e fin da bambina ama scrivere. Finito il liceo classico, nel 2012, inizia vari corsi che la portano alla Scuola Internazionale di Comics dove frequenta il corso di scrittura creativa di Alda Teodorani. Dopo la laurea triennale in filosofia all’università Roma Tre, si iscrive alla magistrale di “Informazione, editoria e giornalismo” e al corso di “Sceneggiatura per fumetto”, alla Scuola Internazionale di Comics. Partecipa con alcuni racconti a varie antologie di genere; l’ultimo racconto vincitore è del 2020: “Il vandalo indelebile”, nella raccolta “Onda Noir – Errori Giudiziari” pubblicata da InSedicesimo, Pentàgora Edizioni. Ha lavorato in biblioteche scolastiche e non, e ha un canale su Twitch.

Dario Wela ha frequentato l’Officina dell’Arte di Bologna, svolgendo numerosi corsi di fumetto, illustrazione e colorazione manuale e digitale. Ha partecipato a varie fiere e ha lavorato ai seguenti progetti: i web comic Il Canto di Urania e Presenze Aliene, sceneggiatura insieme a Francesco Matteuzzi di Caccia ai lupi Mannari, e i fumetti Il cervo di Horn Creek (Future Fiction), Solixtens (Scorpio), Alambicco (Il guardiano del faro). Ha inoltre pubblicato Il Cavedio Picture Short (Lo Spritz Salute)

ISBN: 9788832077650

Prezzo: € 13

acquista kindle o Cartaceo su amazon

CONDIVIDI QUESTA PAGINA OVUNQUE TU VOGLIA

Potrebbe interessarti anche

  • Chen Qiufan / Jacopo Cigarini
    Buddhagram

    Zhou Chongbo, agente di marketing a Pechino, escogita un’idea tanto assurda quanto efficace per promuovere l’app di foto-ritocco del signor Wan: benedetta da un [...]

    SCOPRI
  • Francesco Verso / Dark0 & 4jinx / Cristina Tomasini
    Due mondi

    "Due mondi" rappresenta il tentativo di superare i confini che separano la fantascienza dal fantasy attraverso la celebre citazione di Arthur C. Clarke: "Qualunque [...]

    SCOPRI
  • César Santivañez / Hugo Espinoza
    Panoptica Vol.2

    Il destino della Terra si avvicina in modo sempre più pericoloso ai suoi protagonisti. Il gruppo eco-terroristico Evol-A aggiunge un elemento chiave e altamente [...]

    SCOPRI
  • SOLARPUNK
    Dalla disperazione alla strategia

    Quanto ancora dovremo disperare prima di renderci conto che il futuro non ci verrà dato da nessuno, se non dalla nostra stessa voglia e [...]

    SCOPRI
  • Francesco Verso
    I camminatori – Vol. 1 I Pulldogs

    I camminatori (Vol. 1 - I Pulldogs) è il primo romanzo italiano di genere solarpunk. Alan perde l’uso delle gambe in un incidente sul [...]

    SCOPRI